famiglia.Zero

Coliche del neonato: rimedi per calmare il bimbo

Le coliche del neonato riguardano circa il 10% dei bambini. Tendenzialmente, dopo i 3 o 4 mesi di età tendono a sparire, ma fino a quel momento la povera mamma e il povero papà si ritrovano a dover gestire pianti inconsolabili e notti insonni.

Sei anche tu tra queste “fortunate”? Non preoccuparti, ci sono un paio di accorgimenti che puoi prendere per arginare il fenomeno e calmare il tuo bimbo. Seguimi e ti spiegherò come fare.

 

Uno dei rimedi più efficaci per calmare i neonati è creare un’atmosfera tranquilla, per farlo puoi provare con la musica! Tieni conto che ogni bambino ha i suoi gusti, esattamente come gli adulti, quindi dovrai fare un po’ di prove per scoprire quale stende i suoi nervi e, di conseguenza, riduce il disagio datogli dalle coliche. La musica classica è sempre una buona alleata: ma attenzione niente di troppo vivace; opta piuttosto per delle sonate rilassanti, meglio se ricche di clarinetto o pianoforte, perché toni troppo acuti potrebbero stressare il tuo bambino.

 

Se la musica non dovesse essere di suo gradimento, sappi che esistono altri suoni. Conoscevi, ad esempio, il rumore bianco? Si tratta di una frequenza costante che rilassa e copre i rumori spiacevoli. Per farti un esempio, è praticamente il “suono continuo” del phon, della lavatrice, ma anche delle onde del mare. Questo suono è apprezzatissimo dai bebè perché li tranquillizza e li fa addormentare in serenità dimenticando il fastidio provocato dalle coliche.

Che fare, dunque, al prossimo attacco di mal di pancia? Tranquilla! Non sarai costretta ad accendere il phon, puoi scaricare dal web svariate playlist di rumori bianchi pensati proprio per far addormentare i neonati.

 

Ecco un ultimo consiglio: ricordati di non tenere il volume troppo alto e di spegnere il rumore non appena saranno passati gli effetti delle coliche e quando il bambino si è addormentato, in questo modo eviterai l’effetto “assuefazione” e potrai utilizzare questo metodo finché sarà necessario, speriamo il meno possibile!