Tutte

Postura corretta: come dire addio ai disturbi intestinali

I segreti di una postura corretta in piedi e da seduti: addio disturbi intestinali

 

“Stai dritta con la schiena!” è la frase preferita delle mamme e delle nonne. Quante volte te l’hanno detta? Stare dritta per sembrare più alta, perché è più bello, per non rovinare la postura, per prevenire disturbi alla schiena. Tutto giusto, ma sapevi che una postura corretta è anche la migliore amica del tuo intestino?

 

Se sei soggetta a mal di schiena te ne sarai accorta: nei giorni in cui il fastidio si fa più forte è abbastanza normale che incorrano anche disturbi di tipo intestinale, soprattutto pancia gonfia e stipsi. Del resto, è valido anche il contrario: se soffri di stipsi potresti avere anche qualche disagio nella parte bassa della schiena, che risulta dolorante e appesantita.

 

Ecco perché mantenere una postura corretta è fondamentale per il benessere dell’intestino. Ci sono un paio di cose che puoi fare nel corso della giornata per raddrizzare la postura, soprattutto se svolgi un lavoro sedentario.

 

Quando sei in piedi, sia che tu sia ferma o stia camminando, mantieni il centro del petto sempre alto e non incassare le spalle, mantienile lontane dalle orecchie. Il peso della testa darà equilibrio e forza al resto del corpo che risulterà immediatamente più dritto e leggero. Cerca di farci caso e di mantenere questa postura quando sei in piedi, nel tragitto che fai tutti i giorni. Il peggior nemico della postura corretta? Naturalmente, il cellulare. Sì, perché quel piccolo oggetto ti costringe, letteralmente, a mantenere la testa bassa e l’addome contratto. Cerca di non usarlo mentre cammini o mentre sei in attesa, lascialo in tasca o in borsa e guarda in alto, dritto davanti a te. Scoprirai che ci sono un sacco di cose da vedere e la tua schiena ne gioverà.

 

Mantenersi dritti quando si è seduti è più semplice e al tempo stesso più impegnativo: devi rimanere concentrata, perché il corpo tenderà rapidamente a rilassarsi e a mettersi in posizioni che non fanno bene né alla tua schiena né all’intestino. Il trucco è controllare sempre che la schiena sia perfettamente aderente allo schienale della sedia – puoi anche acquistare un supporto ergonomico per aiutarti nel buon proposito.

 

In generale, per abituare il tuo corpo a una migliore postura ti consiglio di fare un po’ di stretching tutti i giorni. Non è necessario iscriversi in palestra o a qualche corso specifico, ti basterà fare un po’ di riscaldamento muscolare per cominciare la giornata con tutti i muscoli belli attivi. E per terminarla? Niente di più semplice: la sera, sdraiati sul tappeto senza cuscini né supporti morbidi. Cerca di rilassare il corpo il più possibile, allineando la schiena alla superficie dura sotto di te fai tanti respiri profondi fino a che non sarai completamente rilassata. Ti avverto, all’inizio potrebbe fare un po’ male, ma alla lunga sentirai solo i benefici di una schiena più dritta e di un maggiore equilibrio posturale.

 

Ricordati che il tuo intestino è lungo ben 7 metri e ha bisogno di molto spazio: postura corretta significa appunto questo, fare spazio per un maggior rilassamento dell’intestino. La conseguenza? Il suo benessere e anche il tuo!